Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

martedì 9 ottobre 2012

Giunta Caimi e PD: serve chiarezza


Dopo il "pasticcio" generatosi con l'incontro "sospeso" tra PD, PdL e Lega Nord di mercoledì 3/10/012, vista l'incomprensibile ed ambigua situazione venutasi a creare, SINISTRA E AMBIENTE e ITALIA DEI VALORI (componenti della maggioranza), hanno scritto insieme una mail di commento ai capigruppo consigliari e un documento a Sindaco, Giunta, Capogruppo e Consiglieri PD, Segreteria e Direttivo PD. Li riprendiamo qui in forma sintetica insieme all'articolo de Il Giornale di Seregno del 9/10/012.

art. de Il Giornale di seregno del 9/10/012

La mail inviata ai Capigruppo Consigliari:

Meda 4/10/012
Buongiorno,
anche noi, come consiglieri di Sinistra e Ambiente e dell'Italia dei Valori, avremmo qualcosa da dire relativamente all'opportunità e alle dinamiche dell'incontro di ieri sera tra Sindaco, Giunta, PdL, Lega Nord e PD.
Prima di tutto, non si comprende bene con quale ruolo Bruno Molteni abbia convocato l'incontro in oggetto: Presidente del Consiglio? Consigliere del PdL? Portavoce politico del PdL? altro?
Sicuramente poi, essendosi tenuto l'incontro in sede istituzionale, correttezza avrebbe suggerito il coinvolgimento di tutti i gruppi consigliari, visti anche i temi trattati, e considerata la composizione dell'attuale maggioranza.
Se lo spirito era invece di un incontro che coinvolgeva le segreterie politiche dei partiti, era sicuramente opportuno farlo in altra sede.
Inoltre, come componenti di questa maggioranza, abbiamo evidentemente anche dei rilievi di carattere politico che faremo a tempo debito e nelle opportune sedi della coalizione.
 
Il Consigliere di Sinistra e Ambiente Alberto Colombo
Il Consigliere dell'Italia dei Valori Roberto Cassina

---------------------------------------------------------

Il documento di Sinistra e Ambiente e Italia dei Valori

Meda 08/10/012

SERVE CHIAREZZA

L’origine e la composizione dell’incontro “sospeso” (perché di fatto rimandato) di mercoledì 3/10/012 tra Sindaco, Giunta, PD, PdL e Lega Nord sull’ argomento PGT e Pedemontana ci obbliga a dire la nostra in merito.
Riteniamo trattarsi di un incontro inopportuno e di un errore commesso sia dal livello istituzionale sia dal PD, quale forza di maggioranza; questo per una serie  di fattori. Non era un incontro tra le segreterie dei tre partiti, bensì tra i gruppi consigliari, allargato  tuttavia anche ai militanti dei tre partiti e quindi “oltre” l’orizzonte della composizione dei gruppi consigliari. 
La Giunta e lo stesso Sindaco, con la loro presenza, hanno dato all’assise un’immagine istituzionale fuorviante, oltre ad alimentare interpretazioni e dietrologie sul loro operato.
Se di incontro istituzionale si fosse trattato, sarebbe stata opportuna la presenza di tutti i gruppi politici presenti in Consiglio Comunale e non solo di una parte di essi. 
Non dimentichiamo che Sindaco e Giunta sono espressione d’una maggioranza, formata da PD, Sinistra e Ambiente e Italia dei Valori, uscita dal responso delle urne.
Escludere Sinistra e Ambiente e Italia dei Valori appare come un gesto che non considera, nei fatti, tali forze politiche come parte della maggioranza.
Errore è stato sicuramente assecondare, ai massimi livelli, una richiesta di Bruno Molteni come capogruppo PdL, di un incontro che aveva l’evidente scopo di riannodare, a partire dal PGT e dalla Pedemontana, il dialogo (sino a ieri burrascoso) tra PdL e Lega Nord.
Paradossale che quest’operazione sia stata nei fatti avvallata da Sindaco, Giunta e gruppo consigliare del PD.
Certo, si potrebbe obiettare che non vi può essere chiusura alle richieste di incontro avanzate da altri soggetti politici. Tuttavia a nostro parere le condizioni di accettazione debbono essere ben chiare, trattandosi di soggetti politici differentemente posizionati: Sindaco, Giunta e PD, espressione d’una maggioranza, Pdl e Lega Nord, forze di opposizione. 
Certo, s’è detto che era un incontro tra gruppi consigliari, ma allora, come spiegare la presenza “assembleare” di militanti di PdL e Lega Nord ? 
Nell’altra ipotesi di un assise tra parte dei gruppi consigliari di minoranza (PdL e Lega) con il gruppo del PD, come spiegare la presenza istituzionale di Sindaco e Giunta? 
Insomma, il risultato è stato un bel pasticcio frutto di una gestione quantomeno pressappochista.
Siamo altresì sorpresi vedere che su tematiche “delicate” quali PGT e Pedemontana, Sindaco, Giunta e PD s’incontrano con una parte dell’opposizione mentre nel contempo il confronto politico su come debbano essere affrontate le due questioni ancora latita all’interno della maggioranza stessa.
Alle nostre richieste di confronto, in particolare a quelle fatte da Sinistra e Ambiente, si è risposto solo con un incontro sul PGT che è stato poco produttivo e dispersivo mentre risulta assente una condivisione politica sull’operatività della Giunta.
Insomma, c’è una gestione dell’attività amministrativa unilaterale, che non tiene conto della nostra volontà d’essere coinvolti in quanto parti della coalizione. 
A ciò si sommano gli errori - come quelli del citato incontro poi sospeso- che ci fanno dubitare e riflettere sulla reale considerazione che il PD ha dei suoi alleati.
A questo punto, da parte nostra c’è la legittima necessità di sapere se siamo o meno considerati alleati di maggioranza, se si intenda o meno confrontarsi con noi e non semplicemente informarci sulle scelte amministrative.

Sinistra e Ambiente
Italia dei Valori

3 commenti:

  1. non avete il RISPETTO delle Istituzioni, accidenti.

    quando riuscirete a farvi spiegare questa dichiarazione del vicesindaco, assessore alla partita, nonchè correlatrice della serata, così presentata dal presidente Molteni, allora potrete dire, copiando qualcuno , : DOVE ERAVAMO RIMASTI? ''

    speriamo, speriamo

    la zanzara

    RispondiElimina
  2. Cari amici di Sinistra e Ambiente, condivido l'analisi da voi fatta, ma ritengo che state ancora una volta sottovalutando il problema. La riunione che si sarebbe dovuta tenere la scorsa settimana è politicamente gravissima, sconfessa completamente la coalizione che si è presentata alle scorse elezioni. In quanto elettore di tale coalizione sono profondamente sorpreso, amareggiato e indignato del comportamento del Sindaco, della sua Giunta, e di tutto il PD medese. Ritengo che agendo in completa autonomia il Sindaco, la Giunta e il PD, sconfessano il progetto politico delle scorse elezioni, rendendo evidente che stanno lavorando per altre soluzioni. A questo punto, altro che chiedere se siete ancora considerati nella maggioranza, c'è solamente da prendere atto della situazione e sconfessare l'operato del Sindaco, della Giunta e del PD, andando all'opposizione esigendo un diverso modo di far politica. Cordialmente. Giovanni Dario Borgonovo

    RispondiElimina
  3. propongo di disertare le prossime primarie del PD, rinunciando ad un diritto, per fare capire però all'attuale coordinamneto del PD medese la assolutà contrarietà degli iscritti e simpatizzanti PD della attuale linea politica

    RispondiElimina