Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

sabato 22 giugno 2013

PEDEMONTANA:LETTERE DEI SINDACI SUL RISCHIO TCDD (DIOSSINA)


Meda/Seveso 22/06/013

PEDEMONTANA E RISCHIO DIOSSINA:
I SINDACI DELLA TRATTA B2 + DESIO E BOVISIO MASCIAGO
SCRIVONO A PEDEMONTANA e REGIONE LOMBARDIA

Vi avevamo recentemente relazionato sui nostri incontri con i Sindaci e loro Delegati della tratta B2 di Pedemontana (Meda, Seveso,Barlassina,Lentate S/S, Cesano Maderno) per reciproci scambi informativi e per sensibilizzare le Amministrazioni sulla criticità derivante dall’accertata contaminazione da TCDD (Diossina dell’ICMESA) nei terreni (ex zone A,B e R) laddove dovrà passare il tracciato della futura autostrada Pedemontana.

Ai Sindaci, avevamo chiesto, nel rispetto delle reciproche autonomie e ruoli, un intervento proprio su quest’aspetto, tenendo presente del loro ruolo quali primi responsabili della salute dei cittadini e delle prescrizioni CIPE (in particolare la n°3) che obbligano la Soc. Pedemontana e CAL, a ulteriori approfondimenti analitici su queste aree per definire in modo più dettagliato il grado di contaminazione da TCDD, in contradditorio e a mezzo coinvolgimento dell’ARPA.
Il tutto per far sì che la stesura del progetto esecutivo non ignori questa criticità.

Il lavoro di INSIEME IN RETE ha prodotto un primo risultato.

I Sindaci di Seveso, Meda, Barlassina, Lentate sul Seveso, Cesano Maderno (tratta B), con in aggiunta quelli di Bovisio Masciago e Desio (tratta C), Comuni anch’essi con il problema della contaminazione da TCDD (ex zone B e R - vedi mappa-), hanno scritto due lettere.

La prima indirizzata a Soc. Autostrada Pedemontana Lombarda (APL) e per conoscenza a Lombarda Regione Lombardia, Provincia di MB e ad ARPA;

la seconda all’Assessorato alla Sanità di Regione Lombardia e per conoscenza alla Direzione generale Sanità Regionale.

Nel testo, le richieste formalizzate, sono basate sullo scambio informativo con i gruppi di INSIEME IN RETE, che, ancora una volta, sulla partita Pedemontana, sta facendo la sua parte.

Sotto, le lettere scritte dai Sindaci.

INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE



Sulla stampa locale, i primi articoli.
Segnaliamo peraltro un’incredibile svista nell’articolo de Il Cittadino che si dimentica di citare tra i firmatari il Comune di Seveso.
Comune che, come si evince dalle lettere sopra ha aderito e firmato nella figura della Commissaria Prefettizia Adriana Sabato, poiché alla stesura delle lettere, a Seveso ancora non si erano svolte le elezioni amministrative ed il Comune era retto dal Commissario Prefettizio, con cui peraltro, il Coordinamento ambientalista di INSIEME IN RETE s’è rapportato direttamente.

Del resto, il nuovo Sindaco PAOLO BUTTI, ha sempre mostrato attenzione, condividendole, verso le preoccupazioni di INSIEME IN RETE sulle criticità legate alla presenza della TCDD nei suoli ove dovrebbe passare la futura autostrada.

Non abbiamo quindi dubbi che abbia fatto sua l’adesione di Seveso alle lettere, al loro spirito e alle richieste ivi espresse.

L'articolo de Il Cittadino del 22/06/013: i Comuni sono SETTE, poiché fra i firmatari c’è anche SEVESO (e non potrebbe essere diversamente)

Nessun commento:

Posta un commento