Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------

CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

martedì 31 gennaio 2017

CICLOPEDONALE DI VIALE BRIANZA: IL PRIMO INTERVENTO RIPARATORE "A POSTERIORI"

Torniamo sulla "pista ciclopedonale" di Viale Brianza sulla cui realizzazione il gruppo di Sinistra e Ambiente di Meda il 15-10-016 aveva evidenziato una serie di criticità documentandole anche con un reportage fotografico (ripreso sui social network e anche da altri gruppi presenti in CC). Vedi:  MEDA: IN CC QUALCHE "APPUNTO CRITICO" SUGLI INTERVENTI DELL'AMMINISTRAZIONE. A mezzo del nostro Consigliere Comunale, Alberto Colombo, queste criticità erano state successivamente comunicate, il 13-10-016, all'Area Infrastrutture e Gestione del Territorio  accompagnandole con una richiesta di accesso agli atti per avere copia della documentazione progettuale.
Abbiamo pubblicato le risposte pervenuteci, la relazione progettuale e il progetto su QUALCHE INFORMAZIONE SULLA PISTA CICLOPEDONALE IN VIALE BRIANZA .
L'intero materiale esaminato confermava in noi la valutazione di un progetto e di lavori con una serie di lacune e la perplessità sulle soluzione tecniche adottate (accesso, bidirezionalità, convivenza pedoni-biciclette, ostacoli lungo il percorso).
Proprio sugli ostacoli lungo il percorso, la presenza di un palo dell'ENEL per la linea elettrica a bassa tensione  posizionato dopo la curva della "ciclopedonale" verso la via L. Rho costituiva uno degli elementi di maggior pericolo in essere.
Orbene, per questo ostacolo s'è finalmente avviato l'iter di rimozione e spostamento con una determina dell'Area Infrastrutture e Gestione del Territorio del 12-1-017  (dopo aver chiesto il 4-11-016 un preventivo ad Enel) e relativa spesa di 4.968 euro a carico dell'Amministrazione Comunale.
Si presume (la determina non lo chiarisce) che la colonnina a lato palo sia a servizio della linea BT e venga rimossa e spostata in contemporanea.
Un' azione che poteva e doveva essere precedente rispetto alla realizzazione della pista, sul cui sedime si spera ora di non dover intervenire con rattoppi.
Auspichiamo che quanto prima, si dia soluzione anche alle altre criticità della tratta di "ciclopedonale" e sopratutto che si venga edotti del progetto globale di "percorso pedonale e ciclabile continuo" i cui dettagli tecnici nella sua completezza continuano a non essere noti.
Eppure di questi progetti sarebbe opportuno una disamina in sede di Commissione Territorio e Ambiente, dove, in fase di analisi preventiva, si potrebbero raccogliere pareri e valutazioni, utili ad evitare che in situazioni complicate le scelte progettuali risultino poco approfondite o poco aderenti alla realtà.
Dobbiamo rilevare purtroppo con amarezza che questa Giunta e questa amministrazione, ormai a fine mandato, non ha modificato minimamente la sua impostazione, considerando il ruolo delle Commissioni solo come una mera e vuota ratifica dei soli argomenti di delibera consigliare.

Sotto la determina.

Nessun commento:

Posta un commento