Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

lunedì 16 dicembre 2013

PIANO INDUSTRIALE DI BEA: UN'ILLUSTRAZIONE E UNA DELIBERA POSTUMA

Il Cons. Comunale di Meda (foto Adriano Cattaneo)
Giovedì 19/12/013 si terrà a Meda il Consiglio Comunale con all'ordine del giorno L'ILLUSTRAZIONE del Piano Industriale di BEA sul forno inceneritore di Desio.


Un passaggio PURAMENTE INFORMATIVO, visto che l'Assemblea dei Sindaci soci del Consorzio s'è tenuta l'8/11/013 e ha già deliberato in proposito. 
Ricordiamo  che l'espressione favorevole di Meda, è stata decisa dal Sindaco senza nessuna convocazione PREVENTIVA ne della Commissione Territorio e Ambiente  ne tantomeno del Consiglio Comunale ai fini di un confronto.
Su questo, abbiamo scritto qui, illustrando con numeri e dati la nostra posizione.

Intanto, da REGIONE LOMBARDIA, arrivano notizie su indirizzi in materia di forni inceneritori che vanno in altra direzione.

In data 3 dicembre 013, il Consiglio Regionale ha approvato all'unanimità una risoluzione che, prendendo atto dei dati sulla produzione di rifiuti urbani (in diminuzione) e della SOVRACAPACITA' d'incenerimento dei rifiuti, fa i primi passi verso la dismissione di alcuni impianti, a partire da quelli meno efficienti,  sotto il profilo ambientale, quelli più vecchi per intenderci. L'impianto di DESIO è fra questi.
 
Sarà interessante capire le motivazioni di due scelte che vanno in direzione completamente opposta e le conseguenti operatività.
Intanto, eccovi il testo della risoluzione regionale. Interessante la parte finale e dispositiva.



Ma c'è dell'altro.
Dopo l'analisi che avverrà lunedì 16/12/013 in Commissione Istituzione e Bilancio, sempre nel Consiglio Comunale del 19/12/013, andrà in discussione e votazione anche una delibera, proposta dall'Assessore alla Programmazione e Bilancio Cecchetti, che chiede ai Consiglieri Comunali di CONFERMARE le scelte GIA' effettuate dal rappresentante medese nell'Assemblea dei Sindaci di BEA.
Sotto, la parte dispositiva della delibera.


Qual'è  il significato di questa delibera ?
Un bizantinismo politico o l'essersi tardivamente resi conto che quantomeno un passaggio istituzionale era necessario ? O entrambe le situazioni ?
Sicuramente si tratta di una delibera per una "conferma di mandato" su cui incide fortemente il punto che riguarda il riassetto strategico di BEA, la separazione tra patrimonio e gestione e l'entrata di UN PRIVATO  con quota non inferiore al 40% nella nuova società di gestione.
E' comunque una "CONFERMA POSTUMA" su una decisione e un espressione di voto, favorevole al piano industriale di BEA, già presa ed attuata dal delegato del Sindaco Caimi in sede di Assemblea dei soci BEA.
Prima s'è evitato un sano CONFRONTO PREVENTIVO sia nella Commissione deputata sia in Consiglio Comunale e ora si chiede l'ACCETTAZIONE e la CERTIFICAZIONE di quanto già deciso.
Un completo ribaltamento  delle dinamiche di discussione e di conseguente delega operativa.
Piccolo inciso:neppure a livello di Coalizione è stato affrontato l'argomento BEA e FORNO INCENERITORE.
Sarebbe stato opportuno farlo, considerato che non erano punti del programma comune e che da tempo sono note le perplessità e contrarietà di Sinistra e Ambiente in merito.

La richiesta di voto al Cons. Comunale è su una delibera che non cambierà nulla, un passaggio probabilmente utile ai soli fini della "copertura" amministrativa su quanto già deciso, un  atto che nulla ha a che vedere con processi di dialogo e condivisione.
Sinistra e Ambiente si esprimerà sull'argomento anche durante il previsto Consiglio Comunale.

L'articolo de il Cittadino del 28/12/013 sul tema


Nessun commento:

Posta un commento