Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

lunedì 16 settembre 2013

PEDEMONTANA E DIOSSINA: INSIEME IN RETE INCONTRA ARPA di MB. INTANTO, I SINDACI DELLA TRATTA B2 FANNO UN ALTRO PASSO POSITIVO.


Seveso/Meda 16 settembre 2013

In data 05/09/013 sulla questione Pedemontana e Rischio Diossina, INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE  ha incontrato i vertici del Dipartimento ARPA di Monza e Brianza, a seguito di nostra richiesta cui ha dato rapida risposta il dott. Luca Marchesi, Vice Direttore Generale di Arpa e Direttore a interim del Dipartimento di Monza.

Erano presenti all’incontro tutte le figure di ARPA dei settori interessati ai procedimenti di analisi ambientali, nonchè quelle organiche all'Osservatorio Ambientale sulla Pedemontana, anche del Dipartimento di Milano.

Per il nostro coordinamento hanno partecipato all'incontro la portavoce Gemma Beretta, Alberto Colombo e Gianni Del Pero.

Con l’occasione abbiamo avuto conferma del mancato coinvolgimento di ARPA nella fase progettuale di Pedemontana: l’ultimo coinvolgimento di ARPA risale infatti all’ottobre 2008 con l’ultima campagna di indagine propedeutica alla stesura del progetto definitivo.
Rispetto al ruolo di ARPA nella stesura del progetto esecutivo della pedemontana, ARPA ha evidenziato che le sue competenze sono relative all’aspetto ambientale, con un incarico prettamente tecnico.
Nell’ambito del progetto esecutivo, ARPA potrà e dovrà occuparsi del piano scavi, con relativa modalità di gestione delle terre lavorate, che in funzione del loro grado di contaminazione, saranno soggette ai trattamenti previsti dalle normative, così come dovrà occuparsi delle eventuali bonifiche.
Sulla gestione dei cantieri e le metodologie di lavorazione, compresi i cantieri previsti sulle aree contaminate della tratta B2, verranno elaborate prescrizioni standard a cura delle ASL di competenza.
I risultati della campagna di rilevamenti ambientali che la Soc. APL dice di aver fatto a luglio/sett 2012 a mezzo della concessionaria Strabag non sono stati comunicati ad ARPA.
Come coordinamento Insieme in Rete, abbiamo fatto notare che APL e Strabag avrebbero dovuto comunicare i risultati qualora avessero rilevato superamenti dei valori di legge sulla TCDD e le diossine, cosa molto probabile visto i risultati della campagna del 2008.

Per dare esaustiva rispondenza alla prescrizione CIPE n°3, ARPA ha manifestato la sua disponibilità a essere coinvolta in una fase di approfondimento che era già stata evidenziata come necessaria nell’incontro tecnico di esame congiunto presso la Dir. Gen. Qualità dell’Ambiente della Regione Lombardia del 7 luglio 2008 (verbale che è stato allegato nella lettera di APL in data 18/07/013 in risposta alla missiva dei Sindaci della tratta B2 + Desio e Bovisio M. che vi mostriamo in fondo alla comunicazione), ma ha sottolineato che lo potrebbe fare nel caso fosse coinvolta da Regione Lombardia.
Nel confronto è stato evidenziato (anche da ARPA) che, in particolare sarebbe opportuno dare continuità ai risultati delle indagini 2008, con la stesura di un piano di caratterizzazione, così come era stato auspicato nel sopracitato incontro tecnico del Collegio di Vigilanza del 7 luglio 2008, ma poi fino a ora non ancora realizzato.
I funzionari di ARPA hanno richiamato la lettera dei Sindaci in data 9 agosto 2013, nella quale si richiede la riattivazione del tavolo tecnico sulla questione Pedemontana – diossina.
ARPA ha manifestato la propria condivisione su questo punto.
Anche l’Osservatorio Ambientale su Pedemontana può avere un ruolo in merito e cioè verificare e attestare l’aggiornamento del piano di monitoraggio in ottemperanza alle prescrizioni del Cipe; ma questa strada passa dagli uffici di Regione Lombardia, poiché l’Osservatorio Ambientale può essere convocato dalla Direzione Regionale Infrastrutture.

Insieme in Rete per uno Sviluppo Sostenibile



Intanto, anche i Sindaci della Tratta B2 (Seveso, Meda, Lentate S/S, Barlassina e Meda), reduci da un incontro con l'Assessore Giordano in Prov. di MB, fanno un altro passo in avanti rispetto alla consapevolezza delle nefaste conseguenze per il territorio conseguenti al progetto dell'autostrada Pedemontana.
Agli stessi Sindaci, Insieme in Rete ha inviato lettera che relaziona l'incontro di Insieme in rete con ARPA.
Sotto, l'articolo de Il Giornale di Seregno del 10/07/013.

Nessun commento:

Posta un commento