Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

venerdì 2 marzo 2012

PEDEMONTANA:INSIEME IN RETE C'E'.

In data 13/02/012, la delegazione di INSIEME IN RETE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE composta dal portavoce Paolo Conte, Gemma Beretta di Legambiente Seveso, Alberto Colombo di Sinistra e Ambiente di Meda, Gianni Casiraghi dell'Associazione Torrette Bini Dosso Boscone di Macherio e da Ambrogio Guglielmetti e altri amici del Comitato Mozzatese Salute e Ambiente,   s'è incontrata con il Direttore Tecnico della Soc. Pedemontana Umberto Regalia e con Barbara Vizzini che si occupa delle COMPENSAZIONI AMBIENTALI.
L'incontro era precedente al via libera all'opera arrivata dal TAR che ha respinto la richiesta di sospensiva di IMPREGILO contro STRABAG (vincitrice dell'appalto).
Vi proponiamo un breve resoconto d'aggiornamento.


 ------------------------------------------------------------


Nell'incontro, Regalia e Vizzini hanno illustrato lo stato dell’arte riguardo alle compensazioni ambientali: Pedemontana sta lavorando per definire gli accordi con i comuni, per arrivare alle Convenzioni, prima del prossimo giro elettorale che potrebbe  comportare una nuova revisione di tutto ciò che riguarda le compensazioni con il rischio di perdere completamente il senso di questo progetto.
L’obiettivo di Pedemontana è quello di chiudere i progetti delle compensazioni entro metà marzo, dare il via alle convenzioni con i comuni, concludendo il tutto entro il primo semestre dell’anno per arrivare alla gara d’aggiudicazione attorno alla metà dell’autunno.
Qui evidenziamo alcuni progetti di compensazione nei singoli comuni.

Rispetto al comasco ci sono state segnalate le seguenti variazioni.
Villa Guardia: solo modifiche di dettaglio, per come ci sono state descritte. davvero non significative.
Grandate: sono state apportate alcune modifiche in quanto nel progetto definitivo comparivano ancora due ambiti di compensazione che insistevano, il primo, sull'area di una nuova scuola ed, il secondo, sull'area di ampliamento del cimitero. Entrambi i progetti sembra fossero già previsti dagli strumenti urbanistici.
A Mozzate non ci sono ancora accordi. Secondo Pedemontana il Sindaco di Mozzate non si fa trovare, ma sembra che l’idea sia quella di modificare l’originario progetto di compensazioni, che prevedeva un andamento a macchia di leopardo.
Il Comune di Mozzate anziché i Progetti locali di compensazione n. 6 e 7 ha chiesto che venisse realizzato quanto previsto nel PGT, cioè una zona boscata, larga 20/30 metri, a corona delle nuove lottizzazioni previste, fascia lunga circa 2 Km. Il Comune avrebbe dovuto, per realizzare quanto sopra, attivarsi nelle procedure di esproprio delle nuove aree da piantumare. I desideri del Comune non sono al momento realizzabili perché per espropriare i terreni utili dovevano essere approvate tutte le “nuove zone di espansione”, che complessivamente sono 6/7 PL (Piani di Lottizzazione).
Nessuno piano è stato autorizzato e quindi tutta la proposta “affonda”, non se ne fa nulla. Per questo il Sindaco non si fa trovare da Pedemontana. Era una proposta irrealizzabile e quindi i Progetti Locali n. 6 e 7 saranno realizzati come proposti!

Diverse le variazioni attuate nei comuni del varesotto.
A Gazzada Schianno, parti delle ciclabili previste dal Progetto Locale 40 sono state, nel frattempo, realizzate dal comune ed in parte sono previsti altri interventi di riqualificazion e ambientale.
A Cassano Magnano si è deciso di modificare la compensazione ambientale progettata, che avrebbe riguardato un’area boschiva al limitare del tracciato autostradale, per investire sull’Oasi Boza utilizzando i soldi della compensazione per riqualificare e rendere più fruibile quest’area.
Similmente, ma in modo più grave, a Solbiate Olona si è deciso di modificare l’originario progetto che prevedeva l’ispessimento di un’area verde polmone tra l’area industriale e quella residenziale, deviando i soldi della compensazione a vantaggio di una ciclabile per rinforzare l’area molto fruita dell’Olona.
C’è una filosofia, per noi assolutamente non condivisibile, che tende a lasciare ai comuni la facoltà di mantenere aree verdi LIBERE dalle compensazioni e a disposizione dei locali PGT e a concentrare l’intervento sull’esistente. La compensazione non è vista come fattore utile a frenare il consumo di suolo.
Per la tratta B2 non ci sono variazioni di rilievo e anche a Seveso infine è rimasto il progetto originario che riguarda la Barruccanetta e la zona al limite del cimitero, non essendo stata accolta la richiesta di modifica apportata dal Comune di Seveso, a nostro avviso molto ambigua.
CONFERMATA ANCHE LA COMPENSAZIONE AMBIENTALE di MEDA così come progettualmente prevista.

Per Macherio, Vizzini dichiara che la proposta del comune dello spostamento delle Compensazioni sul tratto coperto di pedemontana è improponibile perché lì ci sono già le mitigazioni. Si dichiara però possibilista qualora Macherio avanzi altre proposte.

Ebbene se da un lato è confermato che parte dei fondi per le compensazioni ambientali non saranno usate per abbellire il tratto coperto sopra la galleria autostradale è, parimenti, vero che una parte delle compensazioni (l'ambito più significativo paesisticamente ed ecologicamente parlando, ovvero quella che interessava la grande area agricola a nord del viale alberato di pioppi prospiciente l'Oratorio di Santa Margherita) è oggetto di richieste del Comune tese a spostare la compensazione in altra area, lasciando scoperta da TUTELE AMBIENTALI questa zona di GRANDE PREGIO AMBIENTALE, ARCHITETTONICO e STORICO.
INSIEME IN RETE e i gruppi locali faranno la loro parte affinchè questa STRATEGICA compensazione sia confermata.
Relativamente ai comuni della tratta D, degna di nota e confermata la già conosciuta traslazione di una zona di impianto di nuovo bosco che interessa i Comuni di Mezzago e Sulbiate.

Su richiesta di Insieme in Rete Pedemontana aggiorna anche riguardo alle sorti del Bosco delle Querce
Pedemontana dichiara che sarebbe al vaglio del Ministero per l’ambiente il progetto che ottempera la prescrizione n. 2 del CIPE e che sono state suggerite anche migliorie del tracciato per quanto riguarda la parte nord del Bosco. 
QUESTO ASPETTO CONTINUERA' AD ESSERE SEGUITO CON LA MASSIMA ATTENZIONE DAI GRUPPI LOCALI (LEGAMBIENTE SEVESO e SINISTRA E AMBIENTE di MEDA e da INSIEME IN RETE.

Sullo svincolo di Lomazzo, dicono d’essere ancora in attesa del pronunciamento del Ministero dell’Ambiente relativamente al progetto da realizzare (In trincea o in sopraelevata).

Ora, stante l'attuale sblocco dell'attività sia progettuale sia di prossima cantieristica, CONTINUEREMO A PERORARE LE NOSTRE RICHIESTE RISOLUTIVE per LE CRITICITA' PROGETTUALI.


Nessun commento:

Posta un commento