Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

sabato 6 luglio 2013

IN CONSIGLIO REGIONALE PASSA UN'INTERESSANTE MOZIONE SUI RIFIUTI



Nello stesso giorno (02/07/013) in cui, in Consiglio Regionale, veniva respinta la richiesta di mettere in discussione quale MOZIONE URGENTE la mozione presentata dal M5S, dal PD e dalla Lista Ambrosoli su Pedemontana e rischio diossina, veniva invece approvata, con votazione trasversale un'altra importante mozione controfirmata da più Consiglieri, ma frutto principalmente del lavoro del Cons. GIANMARCO CORBETTA del Movimento Cinque Stelle.
Una mozione che chiede lo stop all'ampliamento dei FORNI INCENERITORI, compreso quello di DESIO e l'avvio di una nuova politica di gestione dei rifiuti.
Una mozione che impegna la Giunta a:
1) superare "gradualmente ma in modi e tempi certi l'incenerimento dei rifiuti";
2) ad intraprendere "ogni iniziativa di propria competenza affinché non si realizzino progetti di ampliamento degli impianti di incenerimento attualmente esistenti in Lombardia, quali, a titolo di esempio, Desio, Dalmine, Brescia...";
3) a verificare la fattibilità tecnico/economica della riconversione di impianti di incenerimento obsoleti o non più in grado di rispettare i limiti di legge alle emissioni in moderni impianti di trattamento meccanico biologico.

L'approvazione del testo, rimetterà sotto i riflettori il piano industriale di BEA sul forno inceneritore di Desio, laddove è previsto un ampliamento (da 58 a 88 mila tonnellate di rifiuti da bruciare) e si vorrebbe anche l'ingresso di un privato nella sua gestione.
Evidentemente, Sinistra e Ambiente non può che valutare positivamente quanto approvato in Consiglio Regionale, auspicando che la Regione Lombardia intervenga quanto prima anche per una revisione approfondita e radicale di un piano industriale sul forno di Desio non condivisibile e non più in linea con quanto approvato a mezzo mozione.
Sulla questione del piano industriale di BEA e del Forno Inceneritore di Desio, ci siamo più volte espressi con un giudizio fortemente critico, vedi le nostre precedenti pubblicazioni: Post 1
Post 2
Post 3
Post 4
Ricordiamo che anche il Comune di Meda è socio in BEA al 7,34%.

Nessun commento:

Posta un commento