Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

sabato 9 ottobre 2010

Spazzatura ad uso del POTERE

Stampa asservita e spazzatura mediatica 
al servizio dell'imperatore piduista

La vicenda che vede coinvolto il direttore de IL GIORNALE Sallusti, il suo vice Porro e il neo – editore Feltri  la dice lunga sia sull’uso che la proprietà della fam. Berlusconi ( con il tramite di Feltri) fa di questa testata sia del livello d’allarme PER LA DEMOCRAZIA e la corretta informazione nel paese.

Il GIORNALE è la clava che si usa contro gli avversari politici e contro coloro a volte si smarcano dal controllo stretto della lobby del “premier”.
Ecco quindi che, in una fase di acuta difficoltà per questo INDECENTE governo, non sono permesse voci fuori dal coro, anche per coloro che in questo coro hanno cantato o che al  potere berlusconiano offrono spesso e volentieri una sponda, in cambio di “condizioni favorevoli”.
Il metodo è da “repubblica AUTORITARIA delle banane”.

Sallusti, Porro, Feltri (Il Giornale)
Si danno in pasto all’opinione pubblica o, perlomeno, ai lettori di una testata TOTALMENTE ASSERVITA, notizie fondate su dossier costruiti a misura. Che i fatti siano veri o no, poco importa.
Importante è “costruire il caso”, mettere sotto pressione il soggetto (esemplare fu il caso Boffo), screditarlo, ottenere la sua rimozione o il suo ridimensionamento e il rientro nella pletoria degli osannanti dell’operato governativo.
Oggi tocca a Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria.
Persona che gioca di sponda con il governo, quale rappresentante d’un altro potere forte.
Ma qualche sua critica all’operato dell’attuale maggioranza è stata giudicata, probabilmente, fuori luogo i oltre il concesso.
Così parte l’assalto dei pasdaran più ossequisi.
Ecco allora che il vicedirettore manda un sms all’addetto stampa della Marcegaglia annunciandogli un dossier sulla famiglia.
L’addetto stampa, chiede chiarimenti e s’appella alle stanze del potere: Mediaset e Confalonieri.
Emma Marcegaglia Pres. Confindustria
Pare che tutto sia destinato a rientrare ma …….
Nel frattempo tutte le conversazioni sono intercettate nell’ambito di un’altra inchiesta legata al’emergenza rifiuti a Napoli e agli appalti pubblici, per conto dei PM Piscitelli e Woodcock.
Così i carabinieri del NOE si presentano alla redazione de Il Giornale e nelle case di direttore e vice e sequestrano documenti e computer.

Non sappiamo se la fam. Marcegaglia abbia o meno scheletri negli armadi, non ci interessano discorsi sulla libertà di stampa in questo caso specifico poiché qui, Il Giornale e le altre  testate simili nell’impostazione e nel servilismo al potere non hanno titolarità nell’invocarla, ne tantomeno possono essere credibili sulla “genuinità” delle loro inchieste.

Siamo dinanzi ad un USO RICATTATORIO e INTIMIDATORIO del mezzo di diffusione informativo da parte di chi controlla i mass-media ed è proprietario diretto o controlla mass- media e testate giornalistiche.

Non si può e non si deve invece tollerare il CONDIZIONAMENTO, l’uso STRUMENTALE e LA MANIPOLAZIONE sia dell’informazione sia dell’opinione pubblica attuato per mantenere e perpetuare il potere.
NE VA DELLA DEMOCRAZIA.

SINISTRA e AMBIENTE

Nessun commento:

Posta un commento