Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

martedì 5 luglio 2011

Rassegna Stampa sull'iniziativa del 10/7/011 al Bosco delle Querce

Articolo tratto da "Il Giornale di seregno" del 5/7/011 pagina di Seveso

Articoli tratti da "Il Cittadino" pagina di Meda e della provincia del 2/7/011

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Articolo tratto da MBNews del 7/07/011

Seveso, un abbraccio per proteggere il Bosco delle Querce da Pedemontana
Ambiente
Scritto da Lucilla Sala   
Giovedì 07 Luglio 2011
Iniziativa_Abbracciare-Bosco-Querce2Uniti in un unico lungo abbraccio per salvare il Bosco delle Querce. Questa l'iniziativa simbolica, promossa da 'Insieme in Rete per uno sviluppo sostenibile", che si terrà domenica 10 luglio per proteggere il Parco (nato in seguito al disastro della diossina del 10 luglio 1976) dall'"attacco" della Pedemontana, l'autostrada che sbancherà un'area del Bosco raddrizzando la curva tra Barlassina e Meda dell'attuale superstrada.
L’allarme lanciato dalle associazioni e dai partiti (veramente in molti hanno aderito all’iniziativa) è chiaro e ben spiegato nel volantino dell’iniziativa che evidenzia i punti critici del  progetto di Autostrada Pedemontana. A rischio non c’è solo  il bosco, che si estende per 43 ettari e che fra l’altro nasconde sotto due colline artificiali delle vasche speciali contenenti i resti del disastro della fabbrica chimica Icmesa  ma anche la salute dei cittadini, perché movimentando i terreni si porterà in superficie la diossina presente (secondo rilevazioni Arpa 2008).

Bosco-delle-Querce'Insieme in Rete' è anche propositiva e parla anche di alternative. «La soluzione più logica sarebbe lasciare le cose così come sono mantenendo l'attuale raggio di curvatura e inserendo un limite di velocità - dichiara Alberto Colombo, rappresentante del gruppo di Sinistra e Ambiente di Meda - In questo modo si ridurrebbe l'impatto ambientale e si eviterebbe di esporre la popolazione ad un rischio diossina. Un'altro aspetto importante è la proposta di un ampliamento del parco nelle residue zone verdi adiacenti che confinano con il Bosco in modo da mitigare gli effetti negativi dell'autostrada».
E sulla storia del parco fa il punto Gemma Beretta del Circolo Legambiente Laura Conti di Seveso
«Il Bosco è stato acquisito da Regione Lombardia a partire dal 2000 ma con grande stupore dal 2008 la Giunta Regionale ha deciso di derogare l'inviolabilità del Bosco. Non avremmo mai pensato che il pericolo dello sbancamento potesse arrivare dall'Istituzione pubblica cioè da Regione Lombardia. Fermare lo sbancamento è possibile è stato ribadito anche da Pedemontana però è necessaria la volontà politica – continua Beretta - L'idea di chiamare la gente a partecipare ad un abbraccio e ad un cammino simbolico che ripercorra il confine inviolabile del Bosco è un modo per chiedere agli amministratori di cambiare strada».
Il ritrovo per i partecipanti è previsto alle ore 16.00 in via Ada Negri a Seveso in zona chalet. Alle ore 18.00 sarà realizzato un abbraccio collettivo al bosco, circondando i preziosi alberi con una catena umana. L'evento proseguirà fino alle ore 20.00 con diverse iniziative: dialoghi in libertà, armonie, danze, ristoro equosolidale e spazi infomativi. Per maggiori informazioni 345.8800674.
-------------------------------
Il 10 luglio 011, dalle ore 16.00 
in via Ada Negri a Seveso (zona chalet) 
VIENI ANCHE TU 
a chiedere 
la TUTELA DEL BOSCO DELLE QUERCE.
NO ALLO SBANCAMENTO, 
SI ALL'AMPLIAMENTO

Nessun commento:

Posta un commento