Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

domenica 24 novembre 2019

INQUINAMENTO DA PLASTICA E TASSAZIONE

L'inquinamento da abbandono e da combustione di materiali contenenti plastica è cresciuto nel corso degli anni anche a causa dell'iperproduzione di imballaggi e di oggetti fabbricati con i polimeri.
Molte sono poi le difficoltà nel loro riciclaggio a causa della loro variegata composizione.
Dopo il pronunciamento del Parlamento Europeo del marzo 2019 per bandire gradualmente gli oggetti in plastica monouso, un poco a traino delle recenti manifestazioni che in tutto il mondo, con grande apporto dei giovani, hanno messo la questione ambientale al centro della cronaca, il Governo italiano vorrebbe inserire nella legge di bilancio 2020 una tassa sulla plastica monouso e incentivi sulla plastica biodegradabile.
Si tratta di una imposta sul consumo dei Manufatti Con Singolo Impiego (MACSI) cioè quei manufatti che hanno o sono destinati ad avere funzione di contenimento, protezione, manipolazione o consegna delle merci e per i prodotti alimentari, realizzati con l’impiego anche parziale di materie plastiche costituite da polimeri organici di origine sintetica.
Sono cioè tutti quei manufatti con componenti di plastiche non biodegradabili e/o non riutilizzabili per lo stesso scopo per il quale sono ideati.
L'ammontare dell'imposta sul consumo è pari ad 1 euro per chilogrammo di materia plastica contenuta nei MACSI.
Parallelamente la disposizione prevede per le imprese produttrici di MACSI, un credito di imposta nella misura del 10% delle spese sostenute nell'anno 2020 per l'adeguamento tecnologico finalizzato alla fabbricazione di manufatti biodegradabili e compostabili.
Misure comunque caute che però hanno scatenato la lobby dei produttori italiani di plastiche .
Eppure, se non vogliamo essere soffocati dalle plastiche monouso che già pesantemente contaminano l'ambiente terrestre, i fiumi, i mari e i laghi, bisogna intervenire e farlo il prima possibile, mettendo al bando l'utilizzo usa e getta di questo materiale, realizzato a partire da sostanze derivate dal petrolio.
Vi proponiamo quindi un'analisi di MEDICINA DEMOCRATICA, che con Marco Caldiroli, fa un escursus sulle leggi attualmente in essere e sugli obiettivi da raggiungere chiarendo che se si vuole utilizzare una leva fiscale per ridurre lo spreco di risorse e il rilascio ambientale, meglio sarebbe tassare le merci monouso (di qualunque materiale) e non la materia prima successivamente utilizzata nella loro produzione.
In questo modo verrebbero sottoposte al prelievo anche la plastica proveniente da altri
paesi e non solo quella prodotta in Italia.


Nessun commento:

Posta un commento