Benvenuti !

BENVENUTI nel blog di SINISTRA e AMBIENTE.
Con questo blog, vogliamo aggiornare tutti sull'attività,
le proposte, le idee del gruppo.

Per la nostra storia e le passate iniziative,
puoi vedere anche sul nostro vecchio sito web.
Per chi volesse contattarci o inviarci materiale da pubblicare, cliccare QUI

La Meda e la Brianza che amiamo e che vogliamo tutelare

-------------------------------------------------




CRONACHE DA CHI SI IMPEGNA A CAMBIARE IL PAESE DEI CACHI E DEI PIDUISTI.
"Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente,
ma nessuno o pochi si domandano: se avessi fatto anch’io il mio dovere,
se avessi cercato di far valere la mia volontà, sarebbe successo ciò che è successo?"
Antonio Gramsci-politico e filosofo (1891-1937)
OMAGGIO ALLA RESISTENZA.
Ciao Dario, Maestro, indimenticabile uomo, innovativo, mai banale e sempre in prima fila sulle questioni sociali e politiche.
Ora sei di nuovo con Franca e per sempre nei nostri cuori.

"In tutta la mia vita non ho mai scritto niente per divertire e basta.
Ho sempre cercato di mettere dentro i miei testi quella crepa capace di mandare in crisi le certezze, di mettere in forse le opinioni, di suscitare indignazione, di aprire un po' le teste.
Tutto il resto, la bellezza per la bellezza, non mi interessa."

(da Il mondo secondo Fo)

sabato 22 novembre 2014

MEDA: PERCHE' IL PAES NON CI CONVINCE


Nel Consiglio Comunale del 20-11-014 s'è discusso del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES) che è stato approvato con i voti di Pd e Lista Buraschi, l'astensione di Meda per Tutti (la Lega ha abbandonato l'aula).
Sinistra e Ambiente ha deciso di non partecipare alla votazione.
Le motivazioni le ha illustrate il nostro Consigliere Colombo nelle linee scritte del suo intervento che sotto riportiamo, intervento ripreso anche sommariamente nell'articolo de Il Cittadino (vedi in fondo).
Sulla vicenda PAES avevamo scritto anche qui .

-------------------------------------

L'intervento del nostro Consigliere Comunale

Meda 20-11-2014

Il 28-11-2013 con delibera consiliare, veniva approvata l’adesione al PATTO DEI SINDACI.
E’ passato UN ANNO da quella data e, in prossimità della scadenza temporale entro cui va presentare il PIANO d’AZIONE per l’ENERGIA SOSTENIBILE per la riduzione di CO2, l’amministrazione ha inoltrato la documentazione del PAES in Commissione Territorio e Ambiente che l’ha analizzata nel corso di tre incontri.
A tutti non sfuggirà che questo processo è stato attivato “last minute”, con tempi ristretti, a ridosso d’una scadenza non rinviabile, per analisi approfondite atti a consentire proposte d’azione dettagliate per il PAES da parte dei componenti della Commissione.
Una tempistica più ampia avrebbe consentito incontri CONGIUNTI anche con l’assessorato al Bilancio, utili a misurare volontà e spazi per gli stanziamenti economici POSSIBILI per sostenere l’effettiva CONCRETIZZAZIONE delle azioni previste nel PAES.
IL TEMPO PER FARLO, dal 28-11-2013, C’ERA.
E’ evidente che con questa premesse e questa situazione, saggezza suggerirebbe di evitare perlomeno dichiarazioni “glorificanti”.

Purtroppo questo non è stato il solo ostacolo.
L’elaborazione del PAES, affidata come noto ad una società esterna ha mostrato quelle che non esitiamo a definire lacune metodologiche.
Sin dal primo incontro della Commissione Ter. e Amb, il gruppo di Sinistra e Ambiente ha evidenziato come la documentazione del piano ricalcasse, a volte troppo fedelmente, quello presentato nel Comune di Borgomanero, tanto dal riproporre in alcune schede, iniziative là tenutesi e dati riguardanti quel Comune e non quello di Meda.
Ce ne siamo accorti perché il gruppo di Sinistra e Ambiente ha fatto una lettura attenta del documento, che invece evidentemente altri soggetti deputati non hanno fatto PRIMA di portare quel documento in Commissione.
Insomma era difficile lavorare su materiale con tali refusi e sulla versione iniziale, abbiamo chiesto una sostanziale e robusta riscrittura.
La situazione s’è parzialmente riproposta nella seconda seduta, dove ancora la documentazione presentava richiami inappropriati al documento di Borgomanero.


Sinistra e Ambiente, nonostante le critiche avanzate, non s’è però sottratta ad un ruolo attivo e ha formulato proposte e richieste.
Lo ha fatto SENZA ALCUN PREGIUDIZIO, con un’analisi NEL MERITO del documento.
lo ha fatto soprattutto chiedendo e proponendo che si definisse un maggior dettaglio nelle schede delle azioni da intraprendere da qui al 2020 per evitare che il PAES resti, come molti altri piani, una PURA DICHIARAZIONE d’INTENTI.
In particolare abbiamo proposto:

  • una maggior definizione per stanziamenti economici dell’amministrazione (quelli EFFETTIVI, escludendo quelli ipotizzati per la partecipazione a bandi il cui esito è evidentemente non garantito) più corposi risultando quelli previsti su 5 anni (sino al 2020) a nostro avviso insufficienti.
  • l’indicazione di DATE per interventi d’istallazione di uno o più impianti fotovoltaici, in aggiunta agli esistenti, su edifici pubblici.
  • un chiaro impegno e una data per una nuova CASA DELL’ACQUA con relativo stanziamento (cifra questa abbordabile – 6500 euro- con convenzione con BRIANZACQUE)
  • un minimo crono programma d’intervento sulla sostituzione dei restanti semafori a lampada con quelli a led e sulla sostituzione dei punti luce dell’illuminazione pubblica con tecnologia a led
  • l’implementazione di una scheda per identificare azioni atte all’incremento della quota di raccolta differenziata
  • l’identificazione dei possibili incentivi fatti a base di sgravi fiscali su IMU e TASI per gli interventi di recupero energetico sulle abitazioni di privati
  • una temporizzazione di massima degli interventi da effettuare per il recupero energetico degli edifici comunali (bandi certi)
  • l’ampliamento della ZTL, attualmente prevista solo in pza Vittorio Veneto
  • la certezza d’uno stanziamento per PISTE CICLABILI (Meda è in una situazione IMBARAZZANTE in termini di km realizzati) SENZA RIMANDARE IL TUTTO ALL’ATTESA DEI FONDI DI PEDEMONTANA oltretutto con un incomprensibile richiamo alla greenway che non passa da Meda (la parte progettuale PIU’ VICINA e localizzata a Cesano, Bovisio Masciago, Limbiate e Ceriano Laghetto). Ai fondi di Pedemontana E’ LEGATA la realizzazione dei due progetti LOCALI di Compensazione ambientale (n15) con all’interno una ciclabile.
  • un attività finanziata (sarebbe una cifra decisamente sostenibile) per pubblicizzare il sito sul Patto dei Sindaci e lo sportello Green Point affinchè possano essere realmente conosciuti e operativi
Il risultato finale elaborato non ha implementato quanto sopra esplicitato ed è, purtroppo, per noi inadeguato, lontano dalle nostre aspettative e corre il rischia di configurarsi come un PAES d’obbligo, fatto di fretta, in vista della scadenza ravvicinata e obbligatoria per la presentazione.
Ma per noi ambientalisti, il PAES è e deve essere cosa seria, dove anche l’amministrazione comunale deve impegnare sue risorse, non solo con partecipazione a bandi di terzi.
Certo, il PAES è per sua natura un piano modificabile nel tempo.
Bene, proprio su questo verificheremo quale sarà l’atteggiamento futuro effettivo dell’amministrazione e se nei previsti momenti di verifica e monitoraggio l’esecutivo si ricorderà e terrà conto anche dei nostri suggerimenti e soprattutto se le previsioni verranno trasformate o meno in certezze.
Così, mentre abbiamo votato a favore dell’adesione al Patto dei Sindaci perché come ambientalisti ne condividiamo le finalità, ora ci risulta difficile sostenere convintamente il collegato piano d’azione perché contiene troppi punti d’incertezza e ha prospettive d’impegno a nostro avviso labili.
Per tutte le criticità prima evidenziate, il gruppo di Sinistra e Ambiente ha deciso di non partecipare alla votazione sul documento PAES.


Sinistra e Ambiente e il suo gruppo consiliare.

Nessun commento:

Posta un commento